Danimarca, il paese del sorriso

PARENT: 6 regole d’oro per bambini più felici 

 

Secondo il World Happiness Report, la Danimarca è ormai da mezzo secolo in vetta alla classifica dei paesi più felici del mondo.

Ma da cosa dipende? Perché questo paese viene oggi considerato uno dei paesi più felici del mondo? 

Il segreto risiede, secondo Jessica Joelle Alexander e Iben Dissing Sandhal entrambe mamme e autrici del Bestseller “Il metodo danese per crescere bambini felici ed essere genitori sereni”, nell'educazione. Ovvero in come i genitori e i figli si relazionano tra loro e in come vengono cresciuti i piccoli. ''Fare il genitore è il lavoro più difficile del mondo”, ammettono consapevoli le due autrici. E ogni paese ha un suo modo di crescere i piccoli (in Danimarca, ad esempio, giusto per ricordarlo, non esistono i compiti a casa).

Ma niente panico! La parola da ricordare è PARENT, che in inglese sta per “genitore”, ma che è anche l'acronimo per le 6 REGOLE d'oro del METODO DANESE:

P sta per PLAY (gioco).

Il gioco libero, infatti, crea adulti più felici, equilibrati e resilienti. È importante che i bambini abbiano il tempo per giocare, perché è il momento in cui imparano chi sono, le proprie doti e i propri limiti.

A come AUTHENTICITY (autenticità).

Perché “la sincerità crea maggiore consapevolezza di sé”. Non mentire ai bambini, né sperticarsi in lodi esagerate. Se insegniamo loro a riconoscere e accettare i propri sentimenti e ad agire secondo i propri valori, sfide e periodi difficili non li abbatteranno.

R ovvero REFRAMING (ristrutturazione, riformulazione).

La Riformulazione dell'esperienza vissuta può cambiare la vostra vita e quella dei vostri figli rendendola migliore”. Impegnatevi a spostare il fulcro dell'attenzione del bambino da ciò che pensa di non saper fare a ciò che sa fare.

E sta per EMPATHY (empatia).

“Comprendere, interiorizzare, insegnare l'empatia è fondamentale per creare bambini e adulti più felici”. Ma i primi a sperimentarla devono essere i genitori: i bambini rispecchiano tutto quello che vedono fare.

N ovvero NO ULTIMATUM (nessun ultimatum).

Evitare il braccio di ferro usando invece un approccio genitoriale più democratico aiuta i bambini ad avere più fiducia, più capacità di reagire e a essere più felici”. Soprattutto, assolutamente bandite le sculacciate!

T come TOGETHERNESS and HYGGE (intimità e hygge che in danese vuol dire “pensare o sentirsi soddisfatti”). “Una forte rete sociale è uno dei fattori più importanti della nostra felicità in generale”. I bambini sono sempre felici di stare tutti insieme in un'atmosfera intima, serena e accogliente con le persone care. Se imparano l'Hygge, saranno in grado di trasmetterlo un giorno anche loro ai propri figli.

Poche regole quindi, ma chiare. Un cambio di mentalità che, visti i risultati, varrebbe la pena di provare per vedere, magari, sorridere un po’ di più i figli del nostro Belpaese dimenticato.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn