Cuore o ragione

I processi decisionali sotto esame. La scelta giusta di fronte a tante opzioni

 

Per imparare a risolvere i problemi e trovare le risposte giuste, fin da piccoli la scuola ci insegna ad usare la ragione, aiutandoci a sviluppare il nostro sistema razionale. Pur penalizzando le emozioni, questo metodo sembra ancora quello maggiormente usato per preparare le generazioni future. Ma in età adulta, di fronte ad una decisione importante da prendere cosa facciamo prevalere la ragione o il cuore?

Riflettere con calma, per capire meglio se ci troviamo davanti ad un’opportunità o altro, sarebbe il modo migliore di porsi, ma trovare attimi di tranquillità in questa società chiassosa è sempre più difficile; i nostri pensieri sono costantemente interrotti dai rumori della confusione esterna che ci stordisce e disorienta e spesso finiamo per rimandare ciò che dobbiamo fare. Imparare a tutelare corpo e mente, chiudendo la porta al frastuono, ci aiuta a riconoscere l’importanza che lo spirito ha nella nostra vita.

Non siamo fatti di sola ragione e tanto meno di materia; nel suo libro Scienza e Salute con Chiave delle Scritture, la scrittrice Mary Baker Eddy e fondatrice della Scienza Cristiana, movimento spirituale nato alla fine del diciannovesimo secolo, afferma: “Lo Spirito non è reso manifesto attraverso la materia, l’antipode dello Spirito”.

Il nostro spirito se nutrito e sviluppato, forma un terreno solido sul quale far crescere certezze e per proteggerlo bisogna curarlo come fa il giardiniere con il suo giardino, mantenendolo vivo e rigoglioso. Pause di silenziosa introspezione spirituale fanno germogliare i fiori della consapevolezza e crescere i rami dell’intuito che ci aiutano a vedere la strada da intraprendere.

In questo senso l’introspezione spirituale si rivela una tecnica pratica anche per diminuire lo stress ed affrontare le paure quotidiane che aprono le porte a tanti malesseri dannosi alla nostra salute. La spiritualità ci aiuta ad accrescere la nostra concentrazione, permettendoci di dare il meglio durante i processi decisionali e non solo, contribuisce difatti a raggiungere una pace interiore profonda che trasforma con semplici verità molte credenze negative.

Tanti disturbi fisici permanenti guariscono perché la qualità della vita migliora, siamo più centrati ed obiettivi, percependo una saggezza interiore che non proviene dal semplice sapere. Questo stile di vita, sostituisce tante incertezze ed ansie con un equilibrio maggiore e stabilità emotiva, entrambi a favore di corpo e mente.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn