Adolescenti e gioco d’azzardo: a Roma una disposizione antislot

A Roma sono presenti il 12% delle slot machine di tutto il Paese e il 36% degli adolescenti scommette abitualmente. E’ allarme nelle scuole.

Una ricerca della CARITAS lancia l’allarme diffusione gioco d’azzardo a Roma, soprattutto tra gli adolescenti. Nonostante il gioco d’azzardo sia vietato ai minori, ben il 66% dei ragazzi di età compresa tra 13 e 17 anni scommette almeno una volta durante l’anno, e il 36% lo fa abitualmente; non solo slot machine, ma anche scommesse sportive, gratta e vinci e concorsi a premio.

Solo a Roma ci sono quasi 300 sale e oltre 50.000 slot machine, quasi il 12% delle slot machine di tutto il Paese; per arginare il fenomeno, il sindaco di Roma, Virginia Raggi, il 26 Giugno ha firmato un’ordinanza anti-slot, che limita l’accesso alle macchinette della capitale a sole otto ore al giorn0, pena la sospensione della licenza per i trasgressori.

Gli orari per i quali è permesso l’uso delle slot sono compresi tra le 9 e le 12 e tra le 18 e le 23, anche nei giorni festivi.

Su questa diposizione Operbingo Italia ha richiesto una sospensione cautelare urgente, tuttavia prontamente respinta dal presidente della seconda sezione del Tar del Lazio; Commento del sindaco su twitter: "Prima vittoria contro l'azzardopatia. Tar ci dà ragione su limiti orari a slot. Salute e qualità della vita dei cittadini nostra priorità".

Senza dubbio un altro tassello contro la ludopatia, ora resta il problema su come limitare i giochi d’azzardo online.

 

AUTORE DELL’ARTICOLO: Dott. Marco Matteoli, medico chirurgo, specialista in diagnostica per immagini e medico volontario della Croce Rossa Italiana. Attualmente studente di cooperazione internazionale e sviluppo presso l’università di Roma “Sapienza”.

Contact: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; http://lamedicinadellapoverta.com; http://facebook.com/lamedicinadellapoverta

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn