Il fatto

In ricordo dei 19 caduti di Nassiriya

Il 12 Novembre 2003 diciannove italiani fecero ritorno in patria avvolti dentro una bandiera. Oggi ricordiamo i quindici anni dalla strage di Nassiriya

Anche l’Italia ebbe il suo 11 settembre, avvenne il 12 Novembre 2003 nella base Maestrale di Nassiriya, una delle due sedi dell’Operazione Antica Babilonia, un’operazione di pace condotta in Iraq, avviata anche con la partecipazione di 400 uomini dell’Arma dei Carabinieri...

Leggi tutto...

Immagini shock e opinione pubblica

Sensibilizzazione o progressivo annichilimento?

Dopo Aylan, il bambino morto sulla spiaggia di Bodrum nel 2015 e Omran, mostrato sporco e attonito su un’ambulanza nel 2016, ora è la volta di Amal, la bambina Yemenita morta di fame, diventata il simbolo di un conflitto che va avanti da tre anni...

Leggi tutto...

Desirée e Pamela: due volte vittime

Mentre ancora si stanno chiarendo le cause di morte di Desirèe Mariottini, il tritacarne mediatico l’ha già additata come “causa del suo male”. E le reazioni delle istituzioni continuano ad essere deboli e contrastanti

Non sono ancora completamente chiarite le cause di morte di Desirèe Mariottini...

Leggi tutto...

Il cono d’ombra di facebook nella tragedia dei Rohingya

C’è il colosso americano dietro le tensioni etniche in Myanmar e le violenze contro la minoranza musulmana

Si nasconde uno scenario emblematico  dietro le persecuzioni del popolo Rohingya in Myanmar. Un’inchiesta della BBC e dell’agenzia di stampa internazionale britannica, Reuters, rivela il ruolo determinante di Facebook nelle tensioni tra la maggioranza buddista e la minoranza rohingya...

Leggi tutto...

Il tabù del suicidio tra le forze armate

Un silenzio quasi assordante, ai limiti del tabù, è ciò che emerge quando si parla di suicidi o tentati suicidi tra i militari delle forze armate italiane

La figura del militare è una figura che per definizione ispira forza, sicurezza e protezione. È naturale che tali aspettative rendano molto difficile pensare che una figura simile possa essere capace di levarsi la vita in maniera volontaria, anzi sembra quasi un paradosso...

Leggi tutto...

Il mostro sotto il letto: l’abuso su minori in ambito domestico

Il rapporto Cesvi ha fotografato i dati degli abusi domestici sui minori: oltre 100.000 bambini presi in carico dai servizi sociali

I dati Cesvi riportano che oltre il 60% degli under 14 ha subito episodi di violenza in casa, benché l’OMS abbia denunciato che il rapporto tra denunce e fatti misconosciuti sia 1:9...

Leggi tutto...

Cittadini tedeschi in piazza a favore dei migranti afghani

Diverse centinaia di cittadini bavaresi sono scesi in piazza per protestare contro le linee politiche del governo federale tedesco circa i rimpatri

Alle ore 22:00 del giorno 11 settembre 2018 dall'aeroporto di Monaco sono stati rimpatriati diciassette afghani, tra questi, cinque erano stati giudicati colpevoli di reati quali violenza sessuale, rapina e lesioni aggravate...

Leggi tutto...

Maltempo e rischio crolli: Italia paese fragile

Sono 3 milioni di nuclei familiari italiani che risiedono in aree ad alta vulnerabilità,  pari a oltre 7 milioni di persone

“Le industrie e i servizi posizionati in aree a pericolosità da frana elevata e molto elevata sono quasi 83 mila, con oltre 217 mila addetti esposti a rischio. Il numero maggiore di edifici a rischio si trova in Campania, Toscana, Emilia-Romagna e Lazio”...

Leggi tutto...

Scommettere sulla paura: la nuova strada del razzismo

Il ritorno delle discriminazioni non è un problema di razze ma di domini culturali

In un mondo globalizzato, è possibile ancora parlare di razzismo? Se sempre più uomini di varie popolazioni sbarcano sulle nostre coste senza poter essere ricollocati, se negli anni questo ha comportato un degrado delle famiglie sia italiane che straniere - degrado economico che è sfociato in intolleranza - questa intolleranza nasce dalla popolazione italiana in quanto tale? E se così fosse, può effettivamente definirsi responsabilità solo nazionale o internazionale?...

Leggi tutto...

Vigili del fuoco: poche tutele, ma eroi all’occorrenza

In prima linea nelle emergenze, osannati dalla folla mentre estraggono dalle macerie le vittime di terremoti e di alluvioni, ma costantemente sotto organico

Addestramento duro e continuativo, costanti prove da superare per restare operativi, freddi nell’emergenza e abituati a lavorare in squadra, da sempre, il lavoro del pompiere è uno dei sogni nel cassetto di molti bambini...

Leggi tutto...