Connect with us

Tempolibero

La Fiera del Fumetto torna in città

Collaboratori occasionali

Pubblicato

il

XVII Edizione del ROMICS

di Chiara Cecchinelli

Dal 09 al 12 Aprile, nella storica sede della Nuova Fiera di Roma, torna ancora una volta il Romics, la Fiera del Fumetto più importante d’Italia, nella sua edizione primaverile.
Con centinaia di espositori: Case Editrici, Fumetterie, collezionisti privati e note aziende di videogames, e 30 mila metri quadri di spazio, il Festival del Fumetto e dell’Animazione vanta più di 150000 visitatori ogni anno.

In quattro giorni, dalle 10 alle 20, si svolgeranno eventi adatti ad ogni fascia d’età, incontri legati al mondo del Fumetto e dei Videogiochi, conferenze ed anteprime di vario genere, senza contare la classica assegnazione del “Romics d’Oro” agli artisti che hanno segnato la storia del genere. I premiati di quest’anno saranno:
Rafael Albuquerque, artista brasiliano noto per aver collaborato al ciclo “Batman” sulle storie relative alla gioventù di Bruce Wayne. Un artista che vanta importanti collaborazioni anche con Marvel e Dark Horse, attualmente disegna la serie Vertigo “American Vampire”, vincitrice dei prestigiosi premi Eisner e Harvey Award, su sceneggiatura di Stephen King;
Gipi- Gianni Pacinotti, fumettista illustratore italiano, che vanta opere tradotte in Europa e negli USA e collabora con Repubblica. Nel 2014 la sua graphic novel “Una storia di Gipi” è entrata nei 12 finalisti del Premio Strega, affermandosi come il primo romanzo a fumetti a essere candidato nella storia del premio letterario;
Silvia Ziche, autrice disney e di produzioni esterne, come “Lucrezia”, suo personaggio più longevo che appare regolarmente sulle pagine di Donna Moderna;
Bruno Brindisi, uno dei maggiori fumettisti italiani, famoso per le sue illustrazioni delle storie di Dylan Dog, Tex e Diabolik;
Sergio Tisselli, indimenticabile collaboratore di Magnus negli anni novanta e realizzatore delle copertine di “Martin Mystère- L’integrale”, edito dalla Hazard Edizioni.

Questa edizione in particolare presenterà una novità molto apprezzata: la sezione del Romics Movie Village. Uno spazio dove si potranno ammirare le armature di Iron Man (realizzate insieme al gruppo Marvel Cosplay Italia), il costume character del film Doraemon (distribuito da Lucky Red) e i set preallestiti delle associazioni ludiche ufficiali di grandi franchise del Cinema e dei Games. Qui si terranno le conferenze dei grandi specialisti del mestiere:
Cinzia Angelini, un passato da animatrice e story artist della Dreamworks, un curriculum di tutto rispetto, in cui risalta la realizzazione di noti film d’animazione quali “Il Principe d’Egitto”, “Sinbad” e “Bolt”. Attualmente impegnata nel suo progetto di cortometraggio indipendente “Mila”, in collaborazione con più di 200 artisti provenienti da 25 Paesi diversi. Il 12 Aprile presenterà il workshop “Raccontare per immagini: il mestiere dello story artist per grandi blockbuster hollywoodiani”;
Marco Niero, art director e production designer per il Cinema, che ha lavorato su grandi set internazionali (“Titanic”, “Troy”, “Le cronache di Narnia”), il 10 Aprile presenterà il workshop “Disegnare l’immagine, il set e la produzione di un film da milioni di dollari”;
Marco D’Ambros, già animatore per il cinema per lo studio Visual FX e CG Animation Double Negative, che ha preso parte a produzioni come “Maleficent”, “Frankenstein” e “Happy Feet- 2”, presenterà sabato 11 Aprile il workshop “Gli incantesimi della CG Animation e dei visual effects nel Cinema”.

Si festeggeranno inoltre i 65 anni dei celebri Peanuts e i 40 anni dalla prima messa in onda in Giappone dell’anime Goldrake, con eventi e proiezioni dedicate.

Ma il Festival sarà aperto ad ogni fascia d’età. A disposizione dl pubblico, infatti, ci sarà anche l’Area Romics&Junior, pensata per accogliere i più piccoli ed avvicinarli al mondo del fumetto. Un laboratorio organizzato ed offerto dalla Scuola Romana dei Fumetti, con lezioni ed iniziative ludico-didattiche riservate a bambini dai 9 ai 13 anni, svolte da un corpo insegnante con più di vent’anni di esperienza. Tra questi anche Letizia Picuno, disegnatrice per le Edizioni BD kids, che mostrerà la nascita e la creazione dei personaggi particolarmente cari ai più giovani, dal Little Pony al Pokémon.

Da non perdere, però, gli appuntamenti fissi del Romics, come la Gara Cosplay e il Contest Karaoke, ai quali verrano dedicate le giornate di sabato e domenica nelle loro fasi finali. Le scommesse sono aperte: chi vincerà la possibilità di rappresentare l’Italia ai prossimi World Cosplay Summit di Nagoya?

Non ci rimane che andare!

Continua la lettura
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempolibero

Sapori d’osteria

Semplicità, gusto e tradizione. Ingredienti base della “Tana del Drago”

Mario Russo

Pubblicato

il

Una sala che si affaccia sul lago del Salto. Un ambiente accogliente e familiare. Una cucina tipica e semplice. Sono questi gli ingredienti che fanno della “Tana del Drago” un’osteria davvero singolare. Siamo nel Cicolano, sulle rive meridionali del lago del Salto. Esattamente a Fiumata.

Chi già lo conosce torna sempre volentieri in questo tipico locale. Per chi ci capita per caso, magari facendo il giro del lago, è una vera sorpresa. Una tappa ormai obbligata per ciclisti, motociclisti e pescatori di turno. Una sosta piacevole, gustosa e rilassante.

A dirigere il tutto è Davide, un giovane smilzo e dagli occhi profondi, che ha preso le consegne dalla madre, la signora Cristina. Una donna energica e combattiva che ancora guida e sostiene il figlio. Il menu è semplice ed essenziale. Poche cose, ma genuine e preparate con cura. Pietanze che si rifanno alla tradizione sia laziale che abruzzese. Non c’è una carta/menu. Le pietanze del giorno vengono elencate direttamente da chi è addetto alla sala. Il clima è confidenziale, informale, ma educato. Si bada al necessario, senza tanti fronzoli e salamelecchi vari.

In cucina c’è Davide, completamente a suo agio tra pentole e fornelli. I piatti che prepara, anche se frutto della scuola della madre, rivelano comunque la mano e la personalità del cuoco. Pasta fatta in casa e prodotti locali, scelti direttamente da lui, offrono la dimensione, e soprattutto i sapori, della vera cucina casareccia.

Ma è la sera che Davide dà pieno sfogo al suo estro e alla sua creatività, quando può dedicarsi alla sua vera passione: la pizza. La sera, quando il locale, a prezzo fisso, propone la “pizza no-stop”. È il momento in cui Davide “gioca” con gli ingredienti più svariati: da quelli più tradizionali a quelli un po’ azzardati. Gli avventori serali sono soprattutto persone del luogo. Riempiono il locale sapendo che lì possono chiacchierare e divertirsi mentre mangiano spicchi di pizza che arriva a tavola finché non dicono basta.

Oltre ad essere un punto di ristorazione, infatti, l’osteria, nelle intenzioni di Davide, si propone anche come un punto di incontro, di ritrovo per la gente, soprattutto i giovani, in un’area che non offre poi così tanto. Ed ecco allora che, in alcuni giorni, soprattutto nel fine settimana, nelle ore più tarde, la Tana del Drago, si trasforma in un pub. Un luogo in cui bere una birra, distrarsi, e passare un po’ di tempo insieme agli amici.

Un’attività avviata con coraggio e fatica dalla signora Cristina e oggi gestita da Davide con serietà e passione. Un ragazzo capace, con la sua cordialità e genuinità, di fidelizzare anche chi ci è capitato per caso. Un’oasi creata in un’ansa del lago del Salto dove per diversi chilometri non esiste null’altro. Per chi ama il gusto della tradizione e delle cose semplici, nella zona, è sicuramente il posto giusto.

Un luogo dove, oltre al gusto, si può soddisfare anche la vista ammirando i colori e i riflessi di un lago, forse a torto e con qualche colpa delle amministrazioni locali, poco conosciuto anche dagli stessi romani che ce l’hanno a pochi chilometri di distanza.

Continua la lettura

Tempolibero

Segretarie – Una vita per il cinema

Mario Russo

Pubblicato

il

Un documentario di Raffaele Rago e Daniela Masciale

Sei segretarie. Il Grande Cinema italiano. Un’ora di proiezione. Sono gli ingredienti utilizzati per la realizzazione di “SEGRETARIE – Una Vita per il Cinema”, documentario di Raffaele Rago e Daniela Masciale…

(altro…)

Continua la lettura

Tempolibero

Il Veneto spera in un Natale “scacciacrisi”

Monica Splendori

Pubblicato

il

Atteso un notevole flusso turistico in particolare di stranieri attirati dalle tante iniziative e dalle bellezze del territorio         

Ecco il Natale, è alle porte. A Verona inizia con le bancarelle di Santa Lucia quindi prima del 13 dicembre per arrivare alle bancarelle di Natale e ai mercatini di Norimberga, fino a dopo l’epifania…

(altro…)

Continua la lettura
Advertisement

Facebook

Tweets

Siti partner

I più letti